Indennizzo diretto: il responsabile civile è litisconsorte necessario

Indennizzo diretto: il responsabile civile è litisconsorte necessario

News

Indennizzo diretto: il responsabile civile è litisconsorte necessario La Corte di Cassazione, sez. III civile, ordinanza 13 aprile 2018, n. 9188, ha ribadito il principio per cui, in caso di azione diretta del danneggiato, nell’ambito di un sinistro stradale, nei confronti della propria compagnia di assicurazione, ex art. 149 D. Lgs. 209/2005, sussiste il litisconsorzio necessario anche nei confronti del responsabile civile e ciò, chiarisce la Suprema Corte, poiché: “[…] il litisconsorzio risulta essere necessario al fine di evitare che il danneggiante responsabile possa affermare l'inopponibilità, nei suoi confronti, dell'accertamento giudiziale operato verso l'assicuratore del danneggiato, posto che i due assicuratori dovranno necessariamente regolare tra loro i relativi rapporti (ar...

Read More

L’assicurato ha l’onere di provare che il rischio avveratosi rientri in quelli inclusi in garanzia

L’assicurato ha l’onere di provare che il rischio avveratosi rientri in quelli inclusi in garanzia

News

L’assicurato ha l’onere di provare che il rischio avveratosi rientri in quelli inclusi in garanzia Oggi portiamo alla Vostra attenzione una pronuncia recente della Corte di Cassazione - sezione terza civile, ordinanza 23 gennaio 2018, n. 1558 - con cui la Suprema Corte, oltre a ribadire un principio di diritto rilevante in tema di onere della prova gravante sull’assicurato/attore, affronta il tema delle categorie di rischi che caratterizzano il contratto di assicurazione. Innanzitutto, il principio di diritto affermato dalla Cassazione è il seguente: “Nel giudizio promosso dall’assicurato nei confronti dell’assicuratore, ed avente ad oggetto il pagamento dell’indennizzo assicurativo, è onere dell’attore provare che il rischio avveratosi rientri nei “rischi inclusi”, ovvero nella cat...

Read More

RCA e lucro cessante: occorre dimostrare la contrazione del reddito e il nesso causale col sinistro

RCA e lucro cessante: occorre dimostrare la contrazione del reddito e il nesso causale col sinistro

News

RCA e lucro cessante: occorre dimostrare la contrazione del reddito e il nesso causale col sinistro In tema di risarcimento danni per lesioni conseguenti a un sinistro stradale, la Corte di Cassazione, sezione III civile, con la sentenza del 2 marzo 2018, n. 4930, ha riaffermato il principio di diritto, ormai consolidato, secondo cui: “[…] al danneggiato che deduce una riduzione della propria capacità di lavoro quale conseguenza di un danno alla persona, incombe l'onere di dimostrare non solo l'esistenza di una contrazione del reddito, ma altresì l'insistenza di un valido nesso causale tra la contrazione e la menomazione fisica sofferta, e tale prova non può essere fornita attraverso la mera esibizione di certificazioni mediche.” (cfr. sul punto Cass., sentenza n. 10579 del 10/8/2000 e...

Read More

La mera esibizione della fattura non dimostra il danno subito

La mera esibizione della fattura non dimostra il danno subito

News

La mera esibizione della fattura non dimostra il danno subito In tema di risarcimento danni da sinistro stradale, la Corte di Cassazione - sez. VI Civile, ordinanza n. 3293/18, depositata il 12 febbraio 2018 – è intervenuta, recentemente, per ribadire che: “la fattura non costituisce, di per sé, prova del danno, tanto più se non è accompagnata da una quietanza o da un'accettazione (v. Cass., 20/7/2015, n. 15176; Cass., 19/7/2011, n. 15832) e se proviene dalla stessa parte che intende utilizzarla.”. Richiamando il suddetto principio, ormai consolidato nella giurisprudenza di legittimità, la Suprema Corte ha rigettato, dichiarandolo inammissibile, il ricorso di un danneggiato da un sinistro stradale che, in primo grado, vedeva parzialmente accolta la propria domanda di risarcimento di...

Read More

Le spese eccessive per l’assistenza legale stragiudiziale non sono dovute

Le spese eccessive per l’assistenza legale stragiudiziale non sono dovute

News

Le spese eccessive per l’assistenza legale stragiudiziale non sono dovute La Corte di Cassazione, sezione VI civile, con l’ordinanza del 2 febbraio 2018, n. 2644, ha confermato la decisione del Tribunale di Taranto che, in funzione di giudice di appello, accoglieva il gravame proposto da una compagnia assicurativa e riteneva “eccessivo” l’importo liquidato dal Giudice di pace di Taranto, in primo grado, a titolo di risarcimento del danno consistito nelle spese legali stragiudiziali sostenute da un danneggiato nell’ambito di un sinistro stradale. In particolare, leggendo le motivazioni dell’ordinanza suddetta, si evince che la Suprema Corte ha ritenuto del tutto corretta la decisione del Tribunale: “in quanto la motivazione della sentenza impugnata non potrebbe essere più chiara: il ...

Read More

La radiografia non è l’esclusivo mezzo di prova per il “colpo di frusta”

La radiografia non è l’esclusivo mezzo di prova per il “colpo di frusta”

News

La radiografia non è l’esclusivo mezzo di prova per il “colpo di frusta” Il tema delle lesioni del rachide cervicale (c.d. “colpo di frusta”), come noto, è un argomento ricorrente in ambito sinistri RCA, tanto che nella stessa sentenza che di seguito analizzeremo si legge come “le richieste di risarcimento per lesioni di lieve entità sono, ai fini statistici che assumono grande rilevanza per la gestione del sistema assicurativo, le più numerose; per cui, nonostante il loro modesto contenuto economico, esse comportano comunque ingenti costi collettivi.” Ciò premesso, oggi segnaliamo la pronuncia emessa dalla Cassazione Civile, sez. III, sentenza 19/01/2018 n. 1272, con cui la Suprema Corte ribadisce un principio di diritto rilevante, afferente il risarcimento del danno alla salute nelle...

Read More

Le clausole claims made “pure” non sono vessatorie

Le clausole claims made “pure” non sono vessatorie

News

Le clausole claims made "pure" non sono vessatorie In un precedente post abbiamo affrontato il tema della “Illegittimità  della clausola claim’s made nei contratti di assicurazione stipulati in ambito sanitario” - https://www.studiolegalenova.it/illegittimita-della-clausola-claims-made-nei-contratti-assicurazione-stipulati-ambito-sanitario/ - analizzando la sentenza del 28 aprile 2017 n. 10506 con cui la Cassazione dichiarava, sostanzialmente, che deve stabilirsi, caso per caso, se la clausola claim’s made possa dirsi anche diretta a realizzare interessi meritevoli di tutela ai sensi dell’art. 1322 c.c. (Autonomia Contrattuale). Ebbene, recentemente, la Suprema Corte è tornata ad affrontare la vexata quaestio con la rilevante ordinanza 23/11/2017 n. 27867, avente ad oggetto, in partico...

Read More

Il CID prodotto per la prima volta in giudizio ha valore unicamente “indiziario”

Il CID prodotto per la prima volta in giudizio ha valore unicamente “indiziario”

News

Il CID prodotto per la prima volta in giudizio ha valore unicamente “indiziario” La Corte di Cassazione, sezione sesta civile, ordinanza 26 settembre 2017, n. 22415, ha confermato l’orientamento secondo cui: “…la denuncia di sinistro stradale (cui sia applicabile ratione temporis la L. 26 febbraio 1977, n. 39, art. 5) deve esser trasmessa, pur senza la prefissione di un termine, all'assicuratore prima di citarlo in giudizio, non solo per informarlo (artt. 1334 e 1913 cod. civ.) delle circostanze, modalità e conseguenze del sinistro, onde consentirgli la liquidazione stragiudiziale del danno derivatone, ma anche, nel caso di denuncia congiunta, ai fini della presunzione, fino a prova contraria a carico di esso assicuratore, della veridicità delle dichiarazioni ivi contenute; se invece i...

Read More